Vai al contenuto principale

Menù dei canali di comunicazione

Aggiornamento: Modalità di versamento delle somme relative al ripiano per gli anni 2013-2015, 2016 e 2017 (15/02/2019)

Comunicazione AIFA

15/02/2019

Nel fare seguito al comunicato pubblicato sul sito dell’AIFA in data 29 gennaio 2019, si rende noto che, in forza di quanto disposto dall’articolo 9-bis, comma 3, del decreto legge 14 dicembre 2018 n. 135, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 febbraio 2019, n. 12, le aziende farmaceutiche interessate dai pagamenti dovuti a titolo di ripiano per gli anni 2013-2015, 2016 e 2017, per il versamento delle relative somme si avvalgono del Fondo istituito presso il Ministero dell’economia e delle finanze dall’articolo 21, comma 23, del decretolegge 24 giugno 2016, n. 113, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2016, n. 160 (ridenominato allo scopo “Fondo per pay-back 2013-2017”).

A tal fine, si comunica che le suddette aziende dovranno riportare nella causale del pagamento la dicitura “pay-back 2013-2017” ed il codice SIS della società debitrice, attenendosi alle seguenti modalità:

  1. l’importo deve essere versato sul capitolo 3630, capo 10, dello stato di previsione dell’entrata;
  2. il versamento può essere effettuato mediante bonifico bancario o postale, utilizzando l'IBAN del capitolo del bilancio dello Stato riferito alla sezione di Tesoreria territorialmente competente, in relazione alla sede legale dell’Azienda e indicando la causale del versamento;
  3. i versamenti dall'estero, espressi in euro, sono effettuati con le stesse modalità di cui ai punti 1 e 2, utilizzando esclusivamente l’IBAN riferito alla Tesoreria di Roma succursale (348) e, per i bonifici provenienti dai paesi appartenenti all’Unione monetaria europea, utilizzando il codice BIC “BITAITRRENT” come da circolare del 18 maggio 2009, n. 19 consultabile sul sito del Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, all’indirizzo http://www.rgs.mef.gov.it/VERSIONE-I/attivita_istituzionali/formazione_e_gestione_del_bilancio/tesoreria_dello_stato/strumenti_di_versamento_in_tesoreria/soggetto_privato_o_pa_priva_di_conti_aperti_presso_tesoreria_centrale/;
  4. i versamenti in valuta diversa dall'euro sono gestiti dalla Banca d'Italia tramite un sistema di banche corrispondenti. Le coordinate bancarie da utilizzare per questi versamenti sono fornite dal Ministero dell’economia e delle finanze, Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato all’indirizzo http://www.rgs.mef.gov.it/VERSIONE-I/attivita_istituzionali/formazione_e_gestione_del_bilancio/tesoreria_dello_stato/strumenti_di_versamento_in_tesoreria/soggetto_privato_o_pa_priva_di_conti_aperti_presso_tesoreria_centrale/;
  5. l’elenco dei codici IBAN del capitolo del bilancio dello Stato di cui al punto 1, relativi alle Tesorerie territorialmente competenti, è pubblicato all’indirizzo http://www.rgs.mef.gov.it/VERSIONE-I/attivita_istituzionali/formazione_e_gestione_del_bilancio/tesoreria_dello_stato/strumenti_di_versamento_in_tesoreria/soggetto_privato_o_pa_priva_di_conti_aperti_presso_tesoreria_centrale/;
  6. l’avvenuto pagamento da parte delle aziende dovrà essere comunicato entro i successivi tre giorni lavorativi all’AIFA, caricando le distinte sul Servizio online “Monitoraggio Spesa Farmaceutica 2017” ed inviando le stesse agli indirizzi pec areastrategiaeconomiadelfarmaco@pec.aifa.gov.it e mail spesafarmaco@aifa.gov.it.
Vai al contenuto principale Vai all'inizio della pagina