Vai al contenuto principale

Menù dei canali di comunicazione

Farmacovigilanza nelle sperimentazioni cliniche

Anno 2014

 

1) 2014 / Notifica di SUSAR (sospetti di reazioni avverse serie inattese), ai Comitati Etici  ed alla Autorità nazionale competente

Come devono essere notificate le SUSAR, verificatesi sul territorio italiano, nel corso di una sperimentazione clinica?

  • In riferimento alla determinazione AIFA 20 settembre 2012 recante “Adozione delle linee guida CT-3 (giugno 2011 della C.E. di attuazione della Direttiva 2001/20/CE, delle linee guida ICH E2F (settembre 2011)”,

si informa che:

relativamente agli obblighi di notifica ai Comitati Etici, tutte le SUSAR verificatesi sul territorio italiano nel corso della sperimentazione clinica, devono essere trasmesse al Comitato etico che ha espresso il parere unico favorevole, i DSUR invece devono essere inviati a tutti i Comitati Etici coinvolti nella sperimentazione.

L’AIFA e il Comitato Etico che esprime il parere unico si raccordano sulle questioni inerenti il monitoraggio della sicurezza, ove necessario. I Comitati Etici collaboratori possono comunicare al Comitato Etico che esprime il parere unico eventuali osservazioni sulle questioni inerenti la sicurezza.

  • In riferimento al comunicato inerente le “Misure per l’attuazione della determinazione AIFA N.9/2012 relative al monitoraggio della sicurezza dei medicinali in sperimentazione clinica” del 21 dicembre 2012 e pubblicato sul sito dell’AIFA il 28 dicembre 2012, al comunicato “Proroga del periodo di validità delle misure per l’attuazione della determinazione AIFA N. 9/2012 relative al monitoraggio della sicurezza dei medicinali in sperimentazione clinica” del 25 giugno 2013 e pubblicato sul sito dell’AIFA il 27 giugno 2013, al comunicato “Ulteriore proroga del periodo di validità delle misure per l’attuazione della determinazione AIFA N.9/2012 relative al monitoraggio della sicurezza dei medicinali in sperimentazione clinica” del 25 ottobre 2013 e pubblicato sul sito dell’AIFA il 30 ottobre 2013,

si comunica che:

dal 31 gennaio 2014 è resa obbligatoria la registrazione ad Eudravigilance per l’adempimento agli obblighi di legge inerenti la segnalazione delle SUSAR e pertanto, a decorrere dal 01 febbraio 2014, i Promotori, o le organizzazioni a contratto da questi delegate, sono tenuti ad inviare le SUSAR esclusivamente ad Eudravigilance Clinical Trial Module (EVCTM).

Contestualmente, a far data dal 01 febbraio 2014, la casella di Posta Elettronica Certificata (PEC) SUSAR_ITA@aifa.malcert.it  verrà definitivamente chiusa.

Resta invariata per i Promotori delle sperimentazioni cliniche interventistiche, o le organizzazioni di ricerca a contratto da queste delegate, la modalità di trasmissione dei DSUR annuali ad AIFA, tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) dsur@pec.aifa.gov.it.

Anno 2013

 

1) 2013 / Farmacovigilanza nelle sperimentazioni cliniche

Si richiedono chiarimenti sulla gestione delle segnalazioni di reazioni avverse in alcuni specifici contesti della sperimentazione clinica.
In particolare ci si riferisce a protocolli sperimentali dove esiste un braccio di trattamento “standard of care”:

  • Nel caso di uno studio sperimentale no profit , di fase 3b, che prevede due bracci di trattamento in monoterapia vs standard of care. Il quesito riguarda quest’ultimo braccio ovvero, se le eventuali segnalazioni relative ai pazienti che vi accedono devono essere trattate come quelle dei farmaci post-marketing oppure se devono seguire la prassi che si applica ai farmaci sperimentali (DL 211/2003). Si aggiunge che nella CTA inviata al Comitato Etico e all'Autorità Competente tutti i farmaci in uso per la terapia dei pazienti HIV sono stati classificati come IMP, Investigational Medicinal Product.

Nel caso dovessero essere gestiti come farmaci in sperimentazione (DL 211/2003), come ci si deve comportare per i farmaci monitorati nel registro AIFA e inseriti in protocolli sperimentali come standard of care?
In questo caso, se dovesse presentarsi una tossicità al farmaco, il clinico la inserisce nel registro di monitoraggio?
Il responsabile di Farmacovigilanza non dovrebbe inserirla in rete nazionale?
Non si creerebbe pertanto un disallineamento tra i due portali?


Alcuni protocolli clinici prevedono l’uso di medicinali che non sono IMP e che non vengono definiti nel decreto legislativo 211/2003, ma sono definiti nel D.M.CTA come NIMP e precisamente:
ReT-NIMPs (Regardless Trial NIMPs) cioè NIMPs  che comunque sarebbero stati somministrati ai pazienti, anche se questi ultimi non fossero stati inclusi nella sperimentazione
Pe-IMPs (Products equivalent to the IMP) ossia NIMPs equivalenti da un punto di vista regolatorio agli IMPs* che vengono somministrati ai pazienti solo in virtù della partecipazione di questi ultimi alla sperimentazione (costi a carico del promotore)
A seconda se si parli di IMP o di ReT-NIMPs o PeIMPs gli obblighi regolatori in materia di farmacovigilanza cambiano:
IMP: le reazioni avverse correlate agli IMP devono essere processate secondo quanto previsto dal dlvo 211/2003; quindi sarà il promotore a notificare all’Autorità competente e al Comitato Etico le SUSAR (gravi e nel contempo inattese)
ReT-NIMPs: le reazioni avverse correlate ai ReT-NIMPs devono essere processate secondo quanto previsto dal dlvo 219/2006 e direttiva 2010/84. Quindi sarà lo sperimentatore in qualità di operatore sanitario a inviare qualsiasi sospetta reazione avverse (grave e non) all’autorità competente e nello specifico al Responsabile di FV della struttura sanitaria di appartenenza.
Pe-IMPs: le reazioni avverse correlate ai Pe-IMPs devono essere processate secondo quanto previsto dal dlvo 211/2003; quindi sarà il promotore a notificare all’Autorità competente e al Comitato Etico  le SUSAR
Quindi tutto ciò che è definito nel protocollo dello studio come IMP o Pe-IMPs non deve essere inserito né nei Registri AIFA e né nella Rete Nazionale di FV perché non deve andare nel modulo post marketing di Eudravigilance (EV) ma deve essere inserito dal promotore direttamente in EV modulo clinical Trial.


2) 2013 / Procedure di notifica di SUSAR alla Autorità nazionale competente


Come notificare le SUSAR (sospetti di reazioni avverse serie inattese) verificatesi nel corso di una sperimentazione clinica?

  • Trasmettere le SUSAR all’AIFA attraverso la banca dati europea Eudravigilance (EVCTM)?  
  • Trasmettere le SUSAR solo a Eudravigilance?  
  • Tramite altra via?

Le SUSAR devono essere trasmessi solo ad Eudravigilance (EVCTM).
Non è necessario trasmettere le SUSAR all’AIFA in quanto quest’ultima può visualizzarle in EVCTM.

3) 2013 / Chiarimenti relativi ai line listings periodici semestrali (DSUR)


Esiste un requisito normativo in vigore in Italia per la presentazione da parte di sponsor di studi clinici di rapporti periodici di sicurezza diverse dalla DSUR?
E’ ancora in vigore  il requisito di presentare line listings periodici semestrali in considerazione dell'attuazione dei DSUR?

Non vi è un obbligo normativo in vigore in Italia per la presentazione, da parte di sponsor di studi clinici di rapporti periodici di sicurezza diverse dalla DSUR.
All'AIFA ed a tutti i comitati etici è richiesto solo l’invio del DSUR annuale (per le sperimentazioni cliniche di durata ≥ 12 mesi).
La trasmissione dei DSUR dovrà essere presentata tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) alla casella PEC AIFA DSUR_ITA@aifa.mailcert.it (per coloro che non dispongono di indirizzo di posta elettronica certificata allegare la scansione della lettera di trasmissione su carta stampata, datata e firmata).
Si precisa che non è più richiesto di presentare il line listing periodico semestrale  all'AIFA ed ai comitati etici coinvolti.
Lo sponsor deve notificare tutte le SUSAR anche agli altri sperimentatori.
Le informazioni dovrebbero essere concise e pratiche. Di conseguenza, le informazioni sulle SUSAR dovrebbero per quanto possibile essere raggruppate in una enumerazione di SUSAR per periodo, come richiesto dalla natura del progetto di ricerca/progetto di sviluppo clinico e dal volume di SUSAR generato. Tale enumerazione dovrebbe essere  accompagnata da un breve riassunto dell’evoluzione del profilo di sicurezza del medicinale sperimentale.

Note AIFA

Numero nota Farmaco in nota
Data aggiornamento: marzo 2018
Vai al contenuto principale Vai all'inizio della pagina