Vai al contenuto principale

Menù dei Link diretti

Home page Area stampa

Ufficio Stampa e della Comunicazione - Direttore dr.ssa Arianna Gasparini
Contatti

In evidenza

  • EMA raccomanda sospensione farmaci sperimentati in stabilimento indiano

    Rispetto ai problemi sorti in India, dove un’ispezione francese ha evidenziato irregolarità sulle modalità di svolgimento di sperimentazioni cliniche sui farmaci prodotti in India, va preliminarmente evidenziato che in Italia non esistono rischi di effetti dannosi o di mancanza di efficacia dei farmaci interessati, come certifica l’Agenzia Europea dei medicinali (EMA). Questi farmaci riguardano peraltro nel nostro Paese una marginale fetta di mercato. Sotto la lente dell’Agenzia Francese del farmaco (ANSM) è finita l’Organizzazione di ricerca a contratto (CRO) GVK Biosciences di Hyderabad, in India. L’EMA ha deciso di lasciare alle singole autorità regolatorie nazionali degli Stati membri dell'Unione Europea, in attesa di nuovi dati, la decisione sull’eventuale adozione dei provvedimenti sospensivi, in base alle disponibilità di alternative terapeutiche atte a soddisfare le esigenze dei pazienti.

    Continua

    23/01/2015
  • Come si curano gli italiani: il 26 gennaio presentazione del Rapporto Nazionale OsMed

    Quali e quanti farmaci assumono gli italiani? Si curano sempre in modo appropriato? A quanto ammonta la spesa farmaceutica pubblica e privata? Qual è l’andamento di consumi e spesa a livello regionale? Lunedì 26 gennaio alle ore 11:00, presso la sede dell’Agenzia Italiana del Farmaco, il Direttore generale Luca Pani presenterà i dati del Rapporto Nazionale “L’Uso dei Farmaci in Italia” gennaio-settembre 2014, approfondendo questi e altri aspetti relativi alla prescrizione dei farmaci e alle componenti della spesa farmaceutica nel nostro Paese. Il Rapporto, realizzato dall’Osservatorio Nazionale sull’impiego dei Medicinali (OsMed) dell’AIFA, sarà l’occasione per analizzate le categorie terapeutiche e i principi attivi più utilizzati per le diverse patologie e fare il punto sull’appropriatezza prescrittiva e sull’aderenza alle terapie da parte dei pazienti.

    Continua

    23/01/2015
  • Partecipazione e condivisione delle terapie: on line e ad accesso libero l’Algoritmo AIFA come “guida” alla gestione del diabete di tipo 2

    “Non c’è terapia personalizzata se non è partecipata dal paziente” con queste parole il Direttore Generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco, Luca Pani, ha introdotto la presentazione dell’Algoritmo sulla Terapia del Diabete di Tipo 2 tenutasi stamattina presso la sede dell’AIFA, alla presenza dei rappresentanti delle Società Scientifiche e delle Associazioni, delle Istituzioni, dell’industria e della stampa. “L’Algoritmo si configura, infatti, come una “guida” per orientare medici e cittadini nell’individuazione della terapia farmacologica più adatta alle esigenze del singolo paziente, mutevoli nel corso del tempo e differenti da persona a persona, per tutti i 3 milioni e mezzo di individui affetti da questa patologia in Italia, secondo le stime dell’OMS”.

    Continua

    22/01/2015

Attualità

Sicurezza

Comunicazione EMA su Vantobra (tobramicina) (23/01/2015)

Il Comitato per i Medicinali per Uso Umano (CHMP) ha adottato di nuovo un parere positivo, raccomandando il rilascio dell'autorizzazione all'immissione in commercio del medicinale Vantobra.

23/01/2015

Firmato Decreto Ministeriale che disciplina la preparazione e l’utilizzo dei medicinali per terapie avanzate "su base non ripetitiva"

“La nuova normativa” commenta il Direttore Generale dell’AIFA, Luca Pani “definisce in maniera molto chiara i requisiti e le caratteristiche necessarie per preparare e somministrare i medicinali per le terapie avanzate in casi che si collocano al di fuori dell’ambito delle sperimentazioni cliniche”. “I pazienti da oggi dispongono di uno strumento che tutela la loro salute” ha sottolineato Pani “e farà in modo che l’Italia sia perfettamente allineata in questo settore alle normative europee, mettendo finalmente alle nostre spalle vicende tristemente note, come il caso Stamina”.

Continua

22/01/2015
Vai al contenuto principale Vai all'inizio della pagina