Vai al contenuto principale

Menù dei Link diretti

Home page Area stampa

Ufficio Stampa e della Comunicazione - Direttore dr.ssa Arianna Gasparini
Contatti

In evidenza

  • Vendita di farmaci on line: cosa accade in Italia

    A breve, conformemente a quanto previsto nel Decreto legislativo n. 17 del 19 febbraio 2014, che recepisce la Direttiva europea 2011/62/EU sui medicinali falsificati, anche in Italia saranno consentiti la vendita e l’acquisto on line di farmaci senza prescrizione medica. Si tratta di una novità assoluta per l’Italia che renderà il nostro mercato allineato a quanto già avviene in altri Paesi d’Europa. Nel nostro paese, in questa prima fase, la vendita a distanza sarà consentita solo a farmacie e negozi che hanno già titolo alla vendita di farmaci (come gli esercizi commerciali di cui al Decreto legge del 4 luglio 2006 n. 223), che rispondano ai requisiti di base stabiliti dalla normativa sulla vendita a distanza. Le farmacie on line legali saranno riconoscibili, e quindi distinguibili da quelle illegali, attraverso il “logo comune”, un bollino di sicurezza condiviso e coerente a livello europeo rilasciato a cura del Ministero della Salute.

    Continua

    26/06/2015
  • Studio su Nature rivela la mappa dei virus dell’influenza

    Uno studio pubblicato su Nature analizza i modelli di circolazione globale dei ceppi virali più comuni dell’influenza stagionale, fornendo un resoconto dettagliato della diffusione dei virus e suggerendo una complessa interazione tra la loro evoluzione, l'epidemiologia e il comportamento umano. Lo studio, condotto da un team internazionale di ricercatori guidato dall'Università di Cambridge e dal Fred Hutchinson Cancer Research Center con la collaborazione dei Centri per l’Influenza dell’OMS, ha utilizzato i dati provenienti dal Global Influenza Surveillance and Response System dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dall’Influenza Research Database, rilevando sorprendenti differenze di comportamento tra i vari tipi di virus dell'influenza stagionale, dovute molto probabilmente alla velocità con cui i diversi virus evolvono.

    Continua

    26/06/2015
  • Lettere FDA di diniego dell’autorizzazione di un farmaco e relative comunicazioni delle aziende produttrici: uno studio di confronto pubblicato su BMJ

    La normativa vigente non consente all’FDA di rendere pubbliche le lettere con cui l’Agenzia motiva in modo dettagliato all’azienda produttrice le ragioni del rifiuto di un’autorizzazione alla commercializzazione di un farmaco. Peter Lurie, Associate Commissioner per la strategia e l’analisi della salute pubblica dell’FDA, ha analizzato questi documenti e confrontato le ragioni di rifiuto citate dall’Agenzia con i contenuti dei comunicati stampa rilasciati successivamente dalle aziende farmaceutiche. I risultati dello studio, che ha preso in considerazione le lettere di risposta inviate dall’FDA ai produttori da agosto 2008 a giugno 2013, sono stati presentati in un articolo pubblicato di recente su BMJ.

    Continua

    25/06/2015

Attualità

Comunicazione AIFA

Gestione delle segnalazioni di sospette reazioni avverse da letteratura relative a casi osservati in Italia

L'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ribadisce quanto già previsto dall'art. 23 comma 6 del Decreto 30 aprile 2015 (GU n. 143 del 23 giugno 2015), ovvero che a partire dal 1° luglio 2015, per i medicinali contenenti sostanze attive oggetto di monitoraggio da parte dell'Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) a norma dell'art. 27 del Regolamento (CE) n. 726/2004, i titolari dell'AIC non sono più tenuti a inserire nella Rete Nazionale di Farmacovigilanza (RNF) le sospette reazioni avverse relative a casi italiani menzionati nell’elenco della letteratura medica monitorata dall’EMA.

Continua

03/07/2015

Prescrizione per operatori sanitari

Tabelle farmaci di classe A e H al 15/04/2015

L’Agenzia Italiana del Farmaco rende disponibili per tutti gli Operatori sanitari, le tabelle contenenti l’elenco dei farmaci di fascia A e H, dispensati dal Servizio sanitario Nazionale, ordinati rispettivamente per principio attivo e per nome commerciale.

02/07/2015
Vai al contenuto principale Vai all'inizio della pagina