Vai al contenuto principale

Menù dei canali di comunicazione

Notizie in "Parliamo di..." per il cittadino

  • 31/05/2016

    Pratica Guida “Farmaci & Estate”. Consigli AIFA per la stagione calda

    Conservare e trasportare i medicinali in modo corretto è fondamentale per garantirne l’integrità e quindi l’efficacia e la sicurezza. Questa buona prassi vale in special modo nella stagione estiva, quando le alte temperature, l’umidità, l’escursione termica possono deteriorare il principio attivo , alterarne le proprietà  o favorire la crescita microbica nei contenitori in caso di esposizione prolungata a fonti di calore e irradiazione solare diretta (es. gli antibiotici, i farmaci adrenergici, l’insulina, gli analgesici, i sedativi). Alcuni farmaci inoltre, per via del loro meccanismo d’azione, possono interferire con la termoregolazione o alterare lo stato di idratazione dell’organismo, amplificando gli effetti del caldo (anticolinergici, antipsicotici, antistaminici, antidepressivi, ansiolitici, antiadrenergici e beta-bloccanti, antipertensivi e diuretici, antiepilettici ecc.). Per queste ragioni, l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) suggerisce alcuni semplici ma utili accorgimenti che possono tenere a riparo da spiacevoli inconvenienti legati alla cattiva conservazione (o trasporto) dei medicinali in presenza di temperature elevate. Quest’anno l’AIFA ha realizzato a questo scopo un pratico opuscolo “Farmaci & estate”, disponibile online sul sito istituzionale, che può essere scaricato e stampato.

    Continua

  • 23/05/2016

    Acquisto online da canali non autorizzati: occorre una maggiore consapevolezza del rischio

    L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha presentato oggi a Roma la Campagna di comunicazione realizzata nell’ambito di Fakeshare, un progetto europeo di cooperazione e intelligence per il contrasto alla vendita online di medicinali illegali o contraffatti attraverso farmacie web o rivenditori non autorizzati. Il denominatore comune tra coloro che si rivolgono al web per acquistare farmaci - per la perdita di peso, per il miglioramento delle performance sessuali e sportive o per i cosiddetti prodotti “miracolosi” - è di fatto la scarsa percezione del rischio. Proprio su questa errata percezione diviene indispensabile intervenire.
    La campagna di comunicazione e sensibilizzazione presentata oggi punta a raggiungere una platea il più possibile ampia di pubblico, attraverso la collaborazione di tutti i soggetti interessati: medici, farmacisti, associazioni di pazienti e di consumatori.

    Continua

  • 10/05/2016

    Resistenza antimicrobica: AIFA al lavoro per fronteggiare una minaccia globale

    Era post-antibiotica”. Uno scenario apocalittico, quello in cui le infezioni sfuggono alle armi della medicina moderna per divenire intrattabili, riportando il mondo, dal punto di vista sanitario, al periodo precedente alla seconda guerra mondiale. Oggi si tratta di una concreta minaccia per la salute pubblica mondiale come più volte ricordato dall’OMS, dalle istituzioni europee e da quelle italiane. Uno stato di cose determinatosi rapidamente e contemporaneamente in tutto il mondo a causa, principalmente, dell’utilizzo eccessivo e inappropriato di antibiotici, sia per uso umano che per quello veterinario. La comunità scientifica internazionale e le istituzioni preposte alla tutela della salute hanno lanciato l’allarme sullo sviluppo di resistenze antimicrobiche da molto tempo, a fronte di una percezione pubblica del fenomeno, a livello globale, ancora piuttosto limitata. L’AIFA è impegnata da anni su questo fronte, basti pensare che sin dal 2008 ha dato vita a una campagna di comunicazione multimediale, sempre rinnovata annualmente, con l’obiettivo di richiamare la popolazione generale e gli operatori sanitari a “difendere le nostre difese” e a utilizzare questi farmaci secondo regole ben precise.

    Continua

  • 05/05/2016

    Carenza farmaco SINTROM: nei prossimi giorni ripristino della regolare fornitura

    Alla fine dello scorso mese di marzo, a causa dell’insorgenza di problemi nel ciclo produttivo, si è verificata una carenza del medicinale Sintrom comunicata all’AIFA dalla ditta titolare dell’autorizzazione all'immissione in commercio del farmaco (MERUS LABS LUXCO II S.àr.l.) e resa nota ai pazienti e agli operatori sanitari mediante pubblicazione sul Portale dell’Agenzia. L’AIFA, per far fronte a questa situazione, da un lato ha autorizzato l’importazione di limitate quantità alle singole Aziende Sanitarie che ne avevano fatto richiesta, dall’altro ha sollecitato l’interessamento della ditta titolare per reperire all’estero un più consistente quantitativo di confezioni. Una volta portata a buon fine questa ricerca, lo scorso 2 maggio l’AIFA ha immediatamente accolto la richiesta di autorizzazione a importare il medicinale “SINTROM (acenocoumarolum) 4 mg/20 tabletek”, presentata dalla ditta titolare, per consentire l’approvvigionamento agli Assessorati alla Sanità e soddisfare tempestivamente le esigenze dei pazienti.

    Continua

  • 07/04/2016

    Oggi la Giornata Mondiale della Salute: il diabete al centro della campagna di quest’anno

    Ogni anno l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) seleziona un ambito prioritario per la salute pubblica globale come tema per la Giornata Mondiale della Salute, celebrata oggi e quest’anno dedicata al diabete. L’obiettivo è quello di aumentare il grado di conoscenza e informazione sul diabete e sulle sue conseguenze, soprattutto nei Paesi a basso e medio reddito, favorire l’accesso ai trattamenti, dare il via al primo rapporto globale sul diabete che avrà lo scopo di illustrare quanto pesa in termini economici e sociali, garantire a più livelli una migliore sorveglianza e assistenza, portare avanti e sostenere una serie di azioni concrete, efficaci ed economicamente realizzabili, mirate alla prevenzione, la diagnosi, il trattamento e la cura delle persone con il diabete.

    Continua

  • 01/04/2016

    AIFA dispone ritiro medicinale Locabiotal in seguito a valutazione Comitato UE

    Il Gruppo di Coordinamento per le Procedure di Mutuo Riconoscimento e Decentrate per i medicinali ad uso umano (CMDh) ha approvato all’unanimità la revoca in tutta l’Unione Europea delle autorizzazioni all'immissione in commercio degli spray a base di fusafungina. La decisione è avvenuta a seguito di una rivalutazione da parte del Comitato di Valutazione dei Rischi per la Farmacovigilanza dell’EMA (PRAC), che ha concluso che i benefici di fusafungina non ne superano i rischi, in particolare per la possibile insorgenza di gravi reazioni allergiche. Inoltre, l'evidenza degli effetti benefici della fusafungina è debole e, in considerazione della natura lieve e auto-limitante delle infezioni delle vie aeree superiori, come la rinofaringite, i benefici non sono stati considerati superiori ai rischi. L’Agenzia Italiana del Farmaco ha pertanto avviato la procedura di revoca per il medicinale "Locabiotal 50 mg/5 ml soluzione per via orale e nasale - flacone da 15 ml”, che è l’unico contenente fusafungina autorizzato in Italia. In attesa che la procedura di revoca si concluda entro il termine concordato a livello europeo, l’AIFA ha disposto il ritiro immediato delle confezioni presenti sul mercato italiano.

    Continua

  • 01/04/2016

    Domani la Giornata mondiale di sensibilizzazione sull’autismo

    Si celebrerà domani, 2 Aprile 2016, la Giornata mondiale di consapevolezza dell’Autismo (World Autism Awareness Day, WAAD) istituita nel 2007 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite (risoluzione 62/139) con l’obiettivo di fare luce sull’autismo, volta a incoraggiare tutti gli Stati a intraprendere misure in grado di aumentare la consapevolezza sociale dell’autismo e favorire la diagnosi e l’intervento precoce. Saranno organizzati convegni, manifestazioni e iniziative per sensibilizzare la popolazione su questa condizione di vita che coinvolge ormai un grandissimo numero di persone che soffrono di problemi dello spettro autistico. Il disturbo dello spettro autistico (ASD) riguarda un gruppo di disabilità dello sviluppo neurologico con sintomi che tipicamente si presentano prima dei tre anni e persistono nell’età adulta. Tali disabilità sono descritte come “disturbi dello spettro” perché colpiscono ogni persona in tanti modi diversi e possono variare da molto lievi a gravi. La condizione è caratterizzata da difficoltà di interazione sociale e modelli di comportamento eccessivamente ripetitivi.

    Continua

  • 23/03/2016

    Il passo finale verso un mondo libero dalla polio

    Nel dicembre del 1979 l’Organizzazione Mondiale della Sanità annunciava ufficialmente l’eradicazione completa del vaiolo, una conquista che l'allora Direttore Generale OMS definì “il trionfo dell’organizzazione e della gestione sanitaria”. Oggi siamo sempre più vicini a un altro traguardo storico nel campo della salute globale: la scomparsa della polio. A partire dal 1988, anno in cui la quarantunesima Assemblea Mondiale della Sanità ha adottato la risoluzione per l'eradicazione mondiale di questa malattia ed è stata lanciata la Global Polio Eradication Initiative (GPEI), si è assistito a una drastica diminuzione dei casi, dai 350.000 circa registrati in quell'anno in 125 paesi ai 72 del 2015.

    Continua

  • 04/03/2016

    Il futuro della medicina: un patto fra “Intelligenze”

    Un articolo pubblicato recentemente su Jama ha voluto esplorare quelle che sono le potenzialità della intelligenza artificiale da applicare in particolar modo al mondo della salute, con un focus dedicato ad una delle sue più innovative capacità, quella dell’apprendimento automatico, meglio conosciuto in letteratura come “machine learning”. Il termine è stato coniato per la prima volta nel 1950 da Arthur Samuel, un pioniere dell’Intelligenza Artificiale e padre proprio di questa disciplina, definita dallo stesso come il “campo di studio che dà ai computer l’abilità di apprendere (a realizzare un compito) senza essere esplicitamente programmati a farlo”. L'espressione "intelligenza artificiale" fu coniata invece per la prima volta negli anni Cinquanta dallo scienziato cognitivo John McCarthy, che la definì "la scienza e la progettazione di macchine intelligenti" e ha lo scopo non di replicare l’intelligenza umana, obiettivo che per taluni è addirittura inammissibile, quanto quello di riprodurne o emularne alcune funzioni.

    Continua

  • 01/03/2016

    Lotta alla contraffazione: allerta OMS su medicinali contro l'epatite C contraffatti in circolazione nel Sud Est Asiatico

    Anche i farmaci innovativi ad alto costo diventano un bersaglio del mercato della contraffazione: se fino a qualche tempo fa la falsificazione dei farmaci riguardava essenzialmente prodotti come quelli contro le disfunzioni erettili o gli steroidi anabolizzanti, oggi il fenomeno fa registrare un pericoloso salto di qualità. Prodotti contraffatti simili ai farmaci salvavita maggiormente richiesti, come antitumorali o farmaci per la cura dell’epatite C, vengono immessi sul mercato attraverso canali non controllati. Il fenomeno è particolarmente significativo soprattutto nei Paesi in via di sviluppo; si tratta spesso di medicinali che non contengono ingredienti attivi, con ingredienti attivi differenti o presenti in qualità o quantità diverse da quelle indicate, a volte del tutto inefficaci o ancor più pericolosi, perché contaminati con sostanze tossiche. Di questi prodotti non è in alcun modo possibile garantire la qualità, la sicurezza e l’efficacia poiché, nella gran parte dei casi, è impossibile identificare da dove provengano, chi li produca, in che modo e con quali ingredienti.

    Continua

  • 29/02/2016

    AIFA Editorial

    Giornata delle Malattie rare. Il ruolo dei pazienti, l’impegno di AIFA

    Convivere con una malattia rara non è una condizione rara. Sembra un paradosso, ma non lo è, se si pensa che il numero di malattie rare conosciute e diagnosticate oscilla oggi tra le 7.000 e le 8.000 e tende a crescere con l’avanzare della scienza e in particolare con i progressi della ricerca genetica. Non si tratta di pochi malati ma di milioni di persone in Italia e decine di milioni in tutta Europa (nel nostro Paese le stime sono di uno-due milioni e nel 70% dei casi si tratta di bambini in età pediatrica). Essere affetto da una patologia rara non deve essere quindi sinonimo di isolamento, scoramento, sfiducia. Per evitare il pendio della disperazione è però necessario unirsi, costruire ponti, far sentire la propria voce e trovare ascolto, disponibilità al confronto, impegno a condividere percorsi comuni. “La voce del paziente. Unitevi a noi per far sentire la voce delle malattie rare” è il tema della IX Giornata delle Malattie Rare, che si celebra oggi in tutto il mondo e che fu lanciata per la prima volta nel 2008 dall’Organizzazione Europea per le Malattie Rare Eurordis.

    Continua

  • 24/02/2016

    Il Presidente Melazzini interviene a Bruxelles in occasione dell'EURORDIS Awards 2016

    "Impegno per dare voce ai malati rari in Europa"
    Ieri sera il Presidente dell'Agenzia Italiana del Farmaco Mario Melazzini ha tenuto uno speech in occasione dell'EURORDIS Award 2016, l'annuale cerimonia di consegna dei premi organizzata dall'Organizzazione Europea per le Malattie Rare, una federazione di associazioni non governative che rappresenta 614 organizzazioni di malati in 58 paesi. Nel corso della cerimonia vengono assegnati diversi riconoscimenti che premiano l'impegno e i risultati raggiunti in termini di riduzione dell'impatto delle malattie rare sulla vita dei pazienti in Europa.

    Continua

  • 22/02/2016

    AIFA Editorial

    Strategie di immunizzazione e l’importanza di definire un prezzo sostenibile per i vaccini

    Gli eventi di queste ultime settimane - l’allarme meningite in Toscana e l'emergenza internazionale per la diffusione del virus Zika - ammoniscono a non sottovalutare la minaccia latente di malattie infettive ancora in grado di produrre conseguenze molto gravi per la salute. Confermano inoltre che i vaccini sono una risorsa preziosa per i cittadini e per i sistemi sanitari, e che il loro sviluppo costituisce una sfida e un obiettivo strategico per pazienti, medici, decisori pubblici e le aziende. Grandi conquiste nella storia della medicina sono state possibili grazie ai vaccini: il vaiolo è stato eradicato, la poliomielite è in gran parte sotto controllo e l’incidenza delle malattie tipiche dell’infanzia, come il morbillo e la rosolia, si è ridotta di molto con l’aumento delle coperture vaccinali. La meningite batterica sta divenendo rara nei paesi che vaccinano i loro figli. È possibile prevenire l’epatite A e B, e si sta diffondendo la vaccinazione contro l’infezione da rotavirus, la principale causa virale di morte per diarrea e disidratazione infantile nel mondo e in particolare nei Paesi in via di sviluppo. Diverse forme di cancro causate da virus oggi possono essere prevenute. Tutto ciò e molto altro di deve alla diffusione dei vaccini, in particolare negli ultimi 50 anni.

    Continua

  • 19/02/2016

    La (dis)informazione sui vaccini: una sfida da vincere

    I vaccini sono fra le scoperte scientifiche più importanti per il genere umano, eppure continuano a essere guardati con sospetto da una parte dell'opinione pubblica. L’impatto delle vaccinazioni sulla riduzione della mortalità è secondo solo all’approvvigionamento di acqua potabile, e la prevenzione delle malattie limita i costi degli interventi di cura consentendo risparmi nell’ordine di miliardi nei Paesi in cui le malattie sono sotto controllo o debellate. L'immunizzazione di routine dei bambini è considerata uno degli interventi più efficaci in materia di salute, perché, oltre a proteggere il singolo individuo, garantisce anche la cosiddetta “immunità di gregge”. Eppure, ormai da anni, si registra una ingiustificata e preoccupante resistenza di alcuni genitori, nonostante siano noti rischi derivanti dalle malattie prevenibili attraverso la vaccinazione e nonostante le rassicurazioni delle Autorità sanitarie sulla sicurezza e l’efficacia dei vaccini.

    Continua

  • 15/02/2016

    AIFA Editorial

    La dimensione individuale della dignità del paziente nel fine-vita

    Essere mortale ha a che fare con la lotta per far fronte ai vincoli della nostra biologia, con i limiti stabiliti dai geni, dalle cellule, dalla carne e dalle ossa. La scienza medica ci ha messo a disposizione un grande potere per contrastare questi limiti e il valore potenziale di questo potere è una delle ragioni principali per le quali sono diventato un medico. Ma più e più volte ho assistito al danno che procuriamo in medicina quando non riusciamo a riconoscere che tale potere è di natura finita e lo sarà sempre. Eravamo nel torto rispetto al ciò che costituisce il nostro lavoro in medicina. Pensiamo che il nostro compito sia di garantire la salute e la sopravvivenza. Ma in realtà è più ampio. È consentire il benessere. E il benessere riguarda le ragioni per cui una persona desidera di essere viva. Tali motivi non hanno importanza solo alla fine della vita, o quando arriva la debilitazione, ma lungo tutto il percorso. Ogni volta che una malattia grave o una lesione colpiscono e il corpo o la mente si abbattono, le questioni vitali sono le stesse: Qual è la tua comprensione della situazione e dei suoi potenziali risultati? Quali sono le tue paure e quali sono le tue speranze? Quali sono i compromessi che si è disposti o non disposti a fare? E qual è la linea di condotta che meglio facilita questa comprensione"

    Continua

Note AIFA

Numero notaordina icone Farmaco in nota
Vai al contenuto principale Vai all'inizio della pagina