Vai al contenuto principale

Menù dei canali di comunicazione

Notizie in "Parliamo di..." per il cittadino

  • 28/07/2015

    Giornata Mondiale dell’Epatite: l’OMS invita alla prevenzione

    “Previeni l’epatite. Agisci adesso” è lo slogan che ha lanciato l’Organizzazione Mondiale della Sanità per celebrare in tutto il mondo la Giornata dell’Epatite 2015, un momento di riflessione e informazione su questa patologia, ma soprattutto sulle possibilità di prevenzione e cura da mettere in campo fin da subito. Quest’anno l’evento sarà lanciato in Egitto, uno dei paesi più colpiti dall’epatite, soprattutto l’epatite C che colpisce il 10% della popolazione tra i 15 e i 59 anni. Le epatiti sono causate da 5 diversi virus (A, B, C, D e E) e si manifestano come un’infiammazione del fegato che può portare a conseguenze anche gravi, come la cirrosi, la fibrosi e il cancro. Nella maggioranza dei casi esse sono di origine virale, ma in alcune occasioni il contagio può avvenire a causa di malattie autoimmuni, oppure per via sessuale e attraverso sangue infetto, o ancora per l’abuso di alcool e sostanze stupefacenti. L’OMS stima che ogni anno 1,45 milioni di persone muoiono di epatite B e C che nell’80% dei casi sono responsabili di conseguenze gravi come il cancro al fegato e proprio su questi due particolari virus si vuole richiamare l’attenzione di governi e società civile affinché si attivino per misure preventive efficaci e immediate.

    Continua

  • 24/07/2015

    Disturbi mentali in aumento nei Paesi ad alto reddito. La prossima grande "epidemia"

    Secondo un rapporto dell’Harvard School of Public Health e del World Economic Forum, recentemente ripreso dall’Economist in un articolo intitolato “Mental illness. The age of unreason”, tra il 2011 e il 2030 il costo delle malattie mentali in tutto il mondo sarà di oltre 16 trilioni di dollari in termini di mancata produzione(in dollari 2010), più di patologie oncologiche, cardiovascolari, respiratorie croniche e del diabete.
    I disturbi mentali, intesi sia come patologie psichiatriche quali ansia, depressione o disturbi bipolari, che neurologici, come Alzheimer e demenze, sono già nei Paesi ad alto reddito la principale causa di perdita di anni di vita per morte prematura e disabilità (17,4%), seguiti dal cancro (15,9%), dalle malattie cardiovascolari (14,8%), dagli infortuni (12.9%) e dalla malattie muscolo-scheletriche (9,2%).

    Continua

  • 22/07/2015

    AIFA rende disponibili le Relazioni Pubbliche di Valutazione dei medicinali autorizzati con Procedura Nazionale

    A partire da oggi saranno disponibili a tutti sul portale istituzionale dell’AIFA le Relazioni Pubbliche di Valutazione (Public Assessment Report – PAR) dei medicinali autorizzati dall’Agenzia italiana con procedura nazionale. La pubblicazione di tali documenti consentirà di implementare le informazioni sulle motivazioni che hanno portato all’autorizzazione all’immissione in commercio (AIC) di medicinali in Italia. Le Relazioni Pubbliche di Valutazione saranno accessibili unitamente alle decisioni motivate dell’AIFA sulla documentazione presentata a corredo della domanda di AIC di medicinali autorizzati in Italia e riguardante i risultati delle prove farmaceutiche, precliniche e delle sperimentazioni cliniche.

    Continua

  • 21/07/2015

    Presentazione del Rapporto Nazionale OsMed

    Come si curano gli italiani: dati AIFA sull’uso dei farmaci

    Quali e quanti farmaci assumono gli italiani? Si curano sempre in modo appropriato? A quanto ammonta la spesa farmaceutica pubblica e privata? Qual è l’andamento di consumi e spesa a livello regionale?
    il Direttore Generale dell’AIFA Luca Pani ha presentato oggi alle ore 11, presso la sede dell’Agenzia a Roma, i dati del Rapporto Nazionale “L’Uso dei Farmaci in Italia” 2014, approfondendo questi e altri aspetti relativi alla prescrizione dei farmaci e alle componenti della spesa farmaceutica nel nostro Paese. Il Rapporto, realizzato dall’Osservatorio Nazionale sull’impiego dei Medicinali (OsMed) dell’AIFA, quest'anno si arricchisce di alcune importanti novità, come l’inserimento di un focus specifico sull’uso dei farmaci in età pediatrica e l'introduzione di indicatori di appropriatezza d’uso sui farmaci biologici.

    Continua

  • 17/07/2015

    Farmaci e caldo: usare in sicurezza i medicinali durante la stagione estiva

    In questi giorni nel nostro Paese si stanno registrando temperature particolarmente elevate che, unite all’alto grado di umidità e all’esposizione ai raggi solari possono comportare dei rischi per la salute, sia di natura diretta che indiretta. Per questo motivo l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) invita a prestare una cautela particolare nell’assumere dei farmaci nel corso del periodo estivo in generale e soprattutto durante le cosiddette “ondate di calore”, perché le condizioni ambientali possono incidere sull’integrità, l’efficacia e la sicurezza dei medicinali.

    Continua

  • 14/07/2015

    Sfide per il futuro dei sistemi sanitari e analisi dei trend della spesa farmaceutica nei Paesi dell’area OCSE e in Italia

    La spesa farmaceutica è una componente significativa dei costi globali di assistenza sanitaria, che determina in maniera considerevole gli andamenti della spesa sanitaria nel suo complesso. In particolare, nell’area dei Paesi OCSE 1 dollaro su 5 spesi per la salute è relativo all’acquisto di farmaci. Partendo da questo presupposto, nell’ambito della 17a sessione dell’Health Committee dell’OCSE (25-26 giugno 2015, Parigi) sono stati esaminati i trend della spesa farmaceutica degli ultimi anni e le sfide del futuro che i sistemi sanitari dovranno affrontare, al fine di giungere a un paper che sarà poi pubblicato come capitolo analitico nel prossimo Health at a Glance, report che fornisce dati comparativi sulla salute e sui sistemi sanitari in Europa. L’impegno dell’OCSE nel campo della sanità è, infatti, quello di favorire la costruzione di sistemi sanitari sostenibili e di strategie che privilegino la prevenzione e conducano ad un uso ottimale delle risorse, puntando a sviluppare nuovi indicatori relativi alla salute, rafforzare le cure primarie e quelle per le malattie croniche (come il cancro e le malattie cardiovascolari), migliorare la qualità dei servizi ospedalieri, ridurre gli sprechi, integrare le nuove tecnologie all’interno dei sistemi sanitari, adattandoli in modo tale da poter affrontare le complesse esigenze delle persone anziane e fragili. Su richiesta dell’Health Committee, il paper analizza le tendenze e le determinanti della crescita della spesa farmaceutica negli ultimi anni, nonché le sfide future legate ai cosiddetti “farmaci ad alto costo” e le prospettive di medio termine per le politiche sanitarie dei Paesi OCSE.

    Continua

  • 10/07/2015

    Aggiornato l’algoritmo per la scelta della terapia per l’epatite C cronica

    È stato pubblicato, nella sezione dedicata del portale istituzionale dell’AIFA, l’aggiornamento dell’Algoritmo per la terapia dell’epatite C cronica, realizzato in collaborazione con l'Associazione Italiana per lo Studio del Fegato (AISF). “Gli algoritmi – afferma il Direttore Generale dell’AIFA, Luca Pani, – sono strumenti particolarmente importanti per orientare i clinici nella scelta delle terapie più adeguate alle specificità del paziente e all’insieme delle terapie disponibili nel nostro Paese. L’algoritmo per il trattamento dell’epatite C cronica, aggiornato grazie all’apporto dell’AISF, è una risorsa preziosa a cui sia il medico che il paziente possono accedere liberamente online”.

    Continua

  • 09/07/2015

    Competenze, legalità, trasparenza: una governance di ampio respiro per rilanciare il SSN

    Si è tenuta lo scorso 7 luglio a Roma, a Palazzo Madama, la conferenza di presentazione della relazione della 12° Commissione Igiene e Sanità del Senato sulla sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale per fare il punto sullo stato del sistema assistenziale italiano e discutere di proposte concrete per continuare a “difenderlo”. Il documento, approvato all'unanimità, è frutto delle riflessioni scaturite in seno alla Commissione in seguito alle numerose audizioni con le parti interessate, alle quali anche l'AIFA ha portato il proprio contributo, nonché al costruttivo dibattito interno sostenuto dai vari gruppi politici, arricchito da dati statistici aggiornati nazionali e internazionali che fotografano il quadro della sanità a livello globale.

    Continua

  • 26/06/2015

    Vendita di farmaci on line: cosa accade in Italia

    A breve, conformemente a quanto previsto nel Decreto legislativo n. 17 del 19 febbraio 2014, che recepisce la Direttiva europea 2011/62/EU sui medicinali falsificati, anche in Italia saranno consentiti la vendita e l’acquisto on line di farmaci senza prescrizione medica. Si tratta di una novità assoluta per l’Italia che renderà il nostro mercato allineato a quanto già avviene in altri Paesi d’Europa. Nel nostro paese, in questa prima fase, la vendita a distanza sarà consentita solo a farmacie e negozi che hanno già titolo alla vendita di farmaci (come gli esercizi commerciali di cui al Decreto legge del 4 luglio 2006 n. 223), che rispondano ai requisiti di base stabiliti dalla normativa sulla vendita a distanza. Le farmacie on line legali saranno riconoscibili, e quindi distinguibili da quelle illegali, attraverso il “logo comune”, un bollino di sicurezza condiviso e coerente a livello europeo rilasciato a cura del Ministero della Salute.

    Continua

  • 01/06/2015

    Pecorelli: “Informazione e prevenzione contro la diffusione delle malattie sessualmente trasmissibili e delle loro conseguenze”

    Un’informazione corretta, fondata su dati ed evidenze scientifiche, e comportamenti responsabili all’insegna della prevenzione, a partire dalle vaccinazioni, possono preservare dalla diffusione delle malattie sessualmente trasmissibili e dalle loro conseguenze. Sergio Pecorelli, Presidente dell’AIFA e Rettore dell’Università di Brescia, ricorda alcuni falsi miti che riguardano la sfera sessuale e da cui sarebbe opportuno affrancarsi. Uno di questi riguarda la pillola anticoncezionale. “La  pillola anticoncezionale non protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili; è bene quindi sapere che il rischio di contagio rimane immutato. È importante quindi avere rapporti sessuali protetti: il preservativo può fornire protezione per la gran parte delle infezioni a trasmissione sessuale, ma non garantisce la copertura totale nel caso dei papillomavirus. Le infezioni da papilloma virus sono numericamente le più importanti tra quelle trasmesse sessualmente.

    Continua

  • 18/05/2015

    Nuovo rapporto dell’OMS evidenzia che la resistenza agli antibiotici è ancora una minaccia per la salute pubblica

    L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha pubblicato un rapporto dal titolo “Worldwide country situation analysis: Response to antimicrobial resistance” in cui vengono riportati i risultati di un sondaggio condotto in un periodo di due anni nelle sei regioni OMS, focalizzato sulle azioni intraprese per combattere la resistenza ai farmaci antimicrobici. L’indagine rivela che anche se molti governi sono sempre più impegnati a mettere in atto pratiche efficaci per affrontare questa questione, permangono importanti lacune. Circa un quarto dei Paesi che hanno risposto al sondaggio si sono infatti dotati di piani nazionali per preservare i farmaci antimicrobici, ma molti altri Paesi devono ancora fare passi avanti.

    Continua

  • 15/05/2015

    Pubblicato nuovo Regolamento sui conflitti d’interesse AIFA

    Il Direttore Generale, Luca Pani: “L’Agenzia Italiana del Farmaco aggiorna il documento in vigore e si dota di un nuovo Regolamento che assicura il raggiungimento di un equilibrio virtuoso tra l’esigenza di garantire l’assoluta imparzialità di tutti coloro che lavorano o collaborano con l’Agenzia e quella di impiegare le migliori competenze disponibili nella valutazione scientifica dei farmaci. L’AIFA prosegue in un percorso all’insegna della trasparenza in linea con le esperienze più avanzate del panorama europeo e mondiale”.

    Continua

  • 13/05/2015

    Chiamata pubblica costituzione comitati esperti valutatori dei risultati Registri Farmaci sottoposti a Monitoraggio AIFA

    L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ritiene che i suoi Registri di Monitoraggio possano costituire un indiscutibile patrimonio per il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e un efficace strumento per il governo dell’appropriatezza d’uso dei medicinali, che – negli anni - l’AIFA ha continuato a sviluppare e a promuovere. A oggi l’esperienza acquisita dall’Agenzia attraverso i Registri di monitoraggio rappresenta un esempio unico nel panorama internazionale, per numerosità e importanza dei medicinali oggetto di monitoraggio, per le rilevanti implicazioni/ricadute di carattere regolatorio, di prezzo e rimborsabilità nonché per il valore culturale e scientifico delle informazioni disponibili al loro interno.

    Continua

  • 12/05/2015

    Migliorare i servizi e favorire la condivisione delle informazioni attraverso una strategia telematica europea: disponibile la Roadmap EMA per la gestione dei master data

    Nell’ambito del Telematics Programme è stata pubblicata nei giorni scorsi sul sito dell’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) la Master Data Mangement Roadmap, che delinea la strategia di Master Data Management per l’utilizzo dei dati dei prodotti medicinali relativi alla Sostanza (gli ingredienti del farmaco), al Prodotto (il medicinale in sé), all’Organizzazione (ad esempio, le aziende farmaceutiche, i loro indirizzi, i centri di distribuzione, etc) e alle informazioni Referenziali (come il dosaggio, la forma, i codici dei Paesi, etc) – Substance, Product, Organisation and Referential data, SPOR. Essa costituisce il punto di partenza per lo sviluppo della Roadmap SPOR UE sotto la responsabilità dell’EU International Organization for Standardization (ISO) Identification of Medicinal Products (IDMP) Task Force.

    Continua

  • 07/05/2015

    AIFA: i risultati di performance del 2014 e la relazione annuale dell’OIV

    6 macro obiettivi di mission, 45 obiettivi strategici, 89 obiettivi operativi: questi i numeri della strategia operativa 2014 dell’Agenzia Italiana del Farmaco presenti all’interno del Piano della Performance. È stato compito dell’Organismo Indipendente della Valutazione (OIV), anche per il 2014, effettuare il monitoraggio sulla conformità, appropriatezza e effettività del ciclo della performance dell’Agenzia, così come previsto dalla delibera n.6/2003 emanata dalla Civit, ora Anac. Nello specifico, l’organismo ha dedicato particolare attenzione, configurandolo come principale momento di sintesi del proprio monitoraggio e valutazione, alla relazione annuale sul funzionamento del Sistema di valutazione, trasparenza e integrità dei controlli interni così come richiesto dall’articolo 14, comma 4, lettera a del D.Lgs n.150 del 2009.

    Continua

Note AIFA

Numero nota Farmaco in nota
Vai al contenuto principale Vai all'inizio della pagina